Alessandro ed Alessio de Angelis

-- Posted: 24/05/2014 -- By: Paolo Laitempergher

Alessandro De Angelis (Tivoli, 1958), dopo un esperienza pre-morte all’età di 16 anni, si interessa all’antropologia e teorizza la tesi dell’incidenza delle grandi catastrofi naturali sulla nascita delle religioni e su come queste ultime abbiano avuto una funzione determinante sul potere.

Scrittore, conduttore televisivo e radiofonico, ha tenuto conferenze in vari istituti superiori dando dimostrazione davanti a studenti, professori, parroci e teologi, di come un intero pianeta sia stato strumentalizzato per 2000 anni con la favola di un rivoluzionario di nome Gesù a cui tolsero la spada per mettergli in mano un ramoscello di ulivo.

Alessio De Angelis (Tivoli, 1994), a 12 anni ha fatto uscire la Bibbia dalla scuola usata come strumento didattico per l’insegnamento di religione, contestando le leggi sulla schiavizzazione dell’uomo che Dio dà a Mosè per promulgarle al popolo (Esodo 21, 20): “Il padrone che percuote con il bastone il proprio schiavo, se questi muore dopo uno o due giorni, non è reo di delitto perché lo schiavo è sua proprietà e quindi suo danaro”. Questo è uno dei tanti esempi che ledono i valori etico-morali su cui si dovrebbero basare le democrazie.

Autore di special tg televisivi, ha suscitato l’attenzione dei media per i contenuti del libro, che ha iniziato a scrivere a soli 13 anni.

Sono stati ospiti di UFOCast nell’incontro: